Seguici    
Accedi
 

Paco Ignacio Taibo II: i giocatori di domino

Nell’Ombra dell’ombra, tradotto da Maria Pia Ferrari (La Nuova Frontiera), Paco Ignacio Taibo II mette in scena quattro amici: Pioquinto Monterola, giornalista di cronaca nera; Fermin Valencia, poeta per vocazione e pubblicitario di mestiere; Tomas Wong, cinese sindacalista-falegname e Alberto Verdugo, avvocato di prostitute e diseredati. I quattro si vedono tutte le sere in un bar di Città del Messico per giocare a domino ma la loro pace viene interrotta da una catena di omicidi plateali. Un libro che racconta il dopo rivoluzione messicana, mescolando giallo, umorismo e narrazione storica nel modo in cui solo Paco Ignacio Taibo II sa fare.

Abbiamo incontrato Paco Ignacio Taibo II al Salone del libro di Torino e il suo editore Lorenzo Ribaldi ci ha fatto da interprete.

 

 

Paco Ignacio Taibo II è nato a Gijon, in Spagna, nel 1949 ma a nove anni si è traferito in Messico. Sopravvissuto a tre corsi di laurea (Storia, Lettere, Sociologia), è stato un militante del movimento studentesco del ’68, quadro sindacale, giornalista, professore di storia e letteratura in diverse università messicane e, soprattutto, il fondatore di un nuovo genere di romanzo giallo in America Latina. I suoi libri sono stati tradotti in 29 lingue. Tra le sue opere più conosciute la biografia di Ernesto Guevara Senza perdere la tenerezza (Il Saggiatore).

Vedi le altre puntate