Seguici    
Accedi
 

Partita Iva: cos` è e come funziona

La partita IVA è una sequenza di cifre che identifica univocamente un soggetto che esercita un'attività rilevante ai fini dell'imposizione fiscale indiretta (IVA).

QUANDO E’ NECESSARIO APRIRE UNA PARTITA IVA                                                                 

I soggetti obbligati ad aprire una partita Iva sono tutti coloro che svolgono un’attività di impresa (es. ditte individuali artigiani e commercianti) o coloro che svolgono un’attività in forma autonoma; come liberi professionisti dovendo adempiere, quindi, all’imposizione fiscale indiretta (IVA). L’obbligo non coinvolge i soggetti che non superano i 5 mila euro di reddito annuale anche se titolari di reddito d’impresa.

COME APRIRE UNA PARTITA IVA                                                                                                     

Si deve presentare una dichiarazione di inizio attività che dovrà essere consegnata entro 30 giorni dall’avvio della propria attività lavorativa, sia essa professionale che  autonoma. Contemporaneamente all’apertura della partita iva si dovrà scegliere il codice Ateco, ovvero un codice identificativo dell’attività che si intende svolgere, il quale, in caso di variazione deve essere comunicato. Oltre all’apertura della partita iva vi è l’obbligo di aprire la propria posizione previdenziale presso l’Inps per il pagamento dei contributi e presso l’Inail per l’assicurazione obbligatoria. Per aprire la partita iva è necessario scegliere un regime fiscale.

TIPI DI REGIME FISCALE                                                                                                                   

Attualmente il regime contabile adottabile da imprese e professionisti può assumere tre forme:           

- regime forfettario (agevolato), si applica a decorrere dal 1° gennaio 2016;

- regime semplificato per cassa, previsto per persone fisiche che esercitano attività commerciali in forma di ditta individuale, società di persone (s.n.c. e s.a.s.), ed enti non commerciali che esercitano un’attività commerciale in via non prevalente;

- regime ordinario;

Regime contabile  Limite ricavi di attività di prestazioni di servizi Limite ricavi di altre attività

Regime semplificato           ricavi < 400.000 euro                                       ricavi < 700.000 euro

Regime ordinario               ricavi > 400.000 euro                                        ricavi > 700.000 euro

Regime forfettario              ricavi max 30.000 euro                                     ricavi max 50.000 euro

Vedi le altre puntate