Seguici    
Accedi
 

Perlasca, salvatore degli ebrei ungheresi

Il 31 gennaio 1910 nasce a Como Giorgio Perlasca l’uomo che, nell’inverno tra il 1944 e il 1945, riesce da solo a sottrarre alla deportazione nei lager nazisti migliaia di ungheresi di religione ebraica simulando di essere un Console spagnolo. Tornato in Italia dopo la guerra, non racconta a nessuno la sua storia, ritenendo d’aver fatto semplicemente il proprio dovere. Grazie ad alcune donne ungheresi, alla fine degli anni Ottanta, la sua vicenda viene alla luce. Muore il 15 Agosto 1992. Il suo nome si trova a Gerusalemme, tra quelli dei “Giusti fra le Nazioni”. E un albero alla sua memoria è piantato sulle colline che circondano il Museo dello Yad Vashem.

Vedi le altre puntate