Seguici    
Accedi
 

Quando Degas era a Torino

Nel 2012 dopo il confronto tra Burri e Fontana e il successo di Hayez alla Pinacoteca di Brera Skira Editore proponeva la prima grande antologica torinese dedicata a Edgar Degas. Degas, capolavori dal Musée d’Orsay  alla Palazzina della Società Promotrice delle Belle Arti di Torino. La mostra è nata da un accordo tra il Skira, il Comune di Torino e il Musée d’Orsay. Una importante rassegna italiana dedicata all’impressionista francese negli ultimi decenni.

"Questa mostra, voluta fortemente dalla Città di Torino – ha dichiarato Piero Fassino allora Sindaco di Torino – è un’altra occasione importante che conferma la scelta dell’Amministrazione di guardare ai grandi temi dell’arte e della cultura come a una delle leve fondamentali di crescita e di sviluppo: le circa ottanta opere che documentano, in una straordinaria rassegna, l’attività dell’autore, rappresentano un corpus di eccezionale valore storico e artistico”.

La mostra restituiva al pubblico un ritratto completo di Edgar Degas, e della Parigi di fine Ottocento, che scorre vivace sotto il pennello dell’artista. I caffé, i paesaggi le ballerine, le corse dei cavalli, i nudi, i ritratti che raccontano le pieghe più intime della sua biografia. Ma anche il percorso stilistico, il confronto con i grandi del passato, l’importanza del disegno, l’uso del pastello e della gouache, la scultura in bronzo. Una rassegna di ampio respiro, di facile lettura, precisa e impeccabile dal punto di vista scientifico.
 

Vedi le altre puntate