Seguici    
Accedi
 

Remo Bodei. L`intelligenza artificiale e la coscienza

Il filosofo Remo Bodei, intervistato in occasione della Lectio magistralis “Trasformazioni del lavoro. Macchine, intelligenza artificiale, educazione”, dedicata a Gerardo Marotta, fondatore dell'Istituto italiano per gli Studi Filosofici, a un anno dalla scomparsa, parla della possibilità dello sviluppo della coscienza da parte delle macchine e delle differenze di questa coscienza artificiale con quella umana. Una macchina non può avere coscienza se non nel senso di riflessività, esercitando un controllo sulle operazioni effettuate. Potrà raggiungere una coscienza teorica, e già oggi esistono macchine che imparano, attingendo ad un archivio di informazioni (si addestrano come i cani), ma non potrà mai avere una coscienza morale.

Vedi le altre puntate