Seguici    
Accedi
 

.salute - Puntata 2. Unplugged

La seconda puntata di .salute si occupa di alcune delle tematiche più delicate del percorso di crescita dei nostri ragazzi: le dipendenze da alcool, droga, l’uso non controllato delle nuove tecnologie che può sfociare in disturbi della socialità e la difficoltà di espressione dei propri sentimenti e della propria individualità. Il Progetto Unplugged è un programma nazionale elaborato sulla base del “modello dell’influenza sociale” da esperti di sette paesi europei, finalizzato al contrasto all’uso di sostanze tra i giovani e rivolto agli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado. Raccontiamo l’esperienza degli studenti del Liceo Democrito di Roma, Casalpalocco, che hanno lavorato sul riconoscimento e l’espressione dei sentimenti e dei più piccoli alunni della Scuola Secondaria di Primo Grado Bachelet di Roma, che hanno realizzato il progetto ‘Get Up Stand Up’, una delle unità educative di Unplugged. Insieme all’esperta Cristina Faliva, Coordinatrice Regionale del Progetto Unplugged, scopriamo linee educative ed obiettivi di questo percorso.

 

Non è facile diventare grandi ed accettare la propria individualità: il timore di essere rifiutati spesso induce i nostri ragazzi a preferire la strada dell’omologazione nel gruppo, piuttosto che l’affermazione faticosa di ogni unicità e diversità. Il percorso di crescita è quindi sempre in misura maggiore caratterizzato da piccole e grandi scorciatoie, in apparenza innocue o temporanee, che purtroppo si tramutano in dipendenze pericolose. L’età di avvicinamento all’alcool e alle droghe si abbassa anche per i ragazzi italiani agli 11 anni e lo sviluppo tecnologico, pur aumentando le possibilità di crescita, confronto ed arricchimento, costituisce, in assenza di una giusta consapevolezza dei mezzi e dei linguaggi, una pericolosa via di fuga dalla realtà.

È importante dunque che la scuola sia terreno di discussione ed approfondimento che sappia favorire la crescita, nel senso più completo del termine, delle nuove generazioni.