Seguici    
Accedi
 

Terre amare

In Italia sono 57 i siti di interesse nazionale contaminati, luoghi con alterazioni accertate della qualità del terreno e delle acque.
Tra i più tristemente noti la Terra dei Fuochi, tra Napoli e Caserta e l’Ilva di Taranto.

In tutti questi luoghi anche la salute della popolazione è alterata: si sono verificati aumenti di tumori e malformazioni congenite.

Nonostante i gravi ritardi nel risanamento, alcune operazioni di riconversione del territorio sono state messe in opera. E’ il caso delle bioraffinerie di Crescentino, a Vercelli e Porto Torres, due buoni esempi di recupero del terreno.

Vedi le altre puntate

RVM Nautilus

Talks

Nautilus Plus

Talks

Nautilus Plus

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo