Seguici    
Accedi
 

Terza pagina: emergenza beni culturali (seconda parte)

Pompei crolla a pezzi, il Colosseo è in crisi, si denuncia l’abbandono al degrado dell’Accademia di Brera a Milano: c’è una emergenza beni culturali nel nostro Paese? È dedicata alle ricchezze depredate, alla guerra invisibile che si combatte ogni giorno in Italia per difendere i tesori artistici la nuova puntata di Terza Pagina, il programma settimanale di Rai Educational che si occupa di illustrazione, lettura e commento delle principali pagine culturali della stampa italiana. Terza Pagina è condotto dal giornalista Paolo Fallai, del Corriere della Sera. Gli ospiti in studio sono, questa settimana, due giornalisti, Fabio Isman e Paolo Brogi che hanno seguito, rispettivamente sul Messaggero e sul Corriere della Sera, molte inchieste sull’arte “depredata”. Importanti i contributi video che arricchiscono la puntata: dall’intervista al generale Roberto Conforti, l’uomo che per anni ha gestito il nucleo tutela del patrimonio artistico italiano dei Carabinieri, al soprintendente archeologico per l’Etruria Meridionale, Alfonsina Russo, al magistrato Paolo Giorgio Ferri, Lynda Albertoson che racconta come viene visti il tema dell’emergenza beni culturali all’estero, Pier Giovanni Guzzo che per anni è stato soprintendente a Pompei. Non manca il punto critico, affidato questa settimana a Cecilia Todeschini. E se il focus della puntata è sull’arte in pericolo, Terza Pagina offre come di consueto una incursione nella letteratura, andando a sentire la voce di uno scrittore greco, Christos Ikonomou: l’intervista è di Chiara Cordelli. Infine il consueto sguardo alle pagine culturali dei mezzi di informazione, le anticipazioni delle pagine culturali dei giornali, le classifiche dei libri più letti. Una piccola rassegna dei siti e dei blog che, in Rete, fanno cultura, completano la rassegna. Il programma può essere rivisto anche sul portale Letteratura della Rai all’indirizzo www.letteratura.rai.it, che ospita le anticipazioni dei contributi video curati dal regista Umberto Contasta.