Seguici    
Accedi
 

Tullio Gregory. Dio e l’anima

Tullio Gregory, intervistato al Festival della Filosofia di Modena 2018 Verità, parla dei concetti di Dio e di anima. Kant ha spostato il problema della dimostrabilità dell’esistenza di Dio e dell’anima immortale, dal piano della ragion pura a quello della coscienza individuale, quindi dal livello gnoseologico e teoretico a quello pratico. Questo rientra nella crisi del pensiero metafisico, che ha caratterizzato gli ultimi tre secoli, mentre oggi si assiste ad un ritorno dell’interesse per la metafisica e quindi per le idee di Dio e di anima .

Tullio Gregory, professore emerito di Storia della filosofia presso l’Università di Roma “La Sapienza”, è Accademico dei Lincei e fondatore del Lessico Intellettuale Europeo e Storia delle Idee del CNR. Già Direttore dell’Enciclopedia Italiana di Scienze, Lettere e Arti (Treccani) edita dall’Istituto della Enciclopedia Italiana, del cui Consiglio scientifico è membro. Ha studiato le fasi di trapasso del pensiero filosofico, scientifico e teologico europeo dal medioevo al XVII secolo. Nei suoi interventi ha contribuito inoltre a fare luce sul contesto e il valore culturale della tradizione gastronomica italiana. Collabora con “Il Sole 24 Ore”. Tra le sue pubblicazioni: Mundana Sapientia (Roma 1992); Gènese de la raison classique (Paris 2000); Origini della terminologia filosofica moderna (Firenze 2006); Speculum naturale. Percorsi del pensiero medievale (Roma 2007); Principe di questo mondo. Il diavolo in Occidente (Roma-Bari 2013); Translatio linguarum: traduzioni e storia della cultura (Verona 2016); Michel de Montaigne o della modernità (Pisa 2016); Vie della modernità (Milano 2016). È componente del Comitato Scientifico del Consorzio per il festivalfilosofia.

Vedi le altre puntate