Seguici    
Accedi
 

Tullio Gregory. Il diavolo in Occidente

Tullio Gregory, intervistato al Festival della Filosofia di Modena 2018 Verità, parla del suo saggio Principe di questo mondo. Il diavolo in Occidente, pubblicato da Laterza nel 2013, dedicato alla figura del diavolo, essenziale nell’orizzonte religioso cristiano.

Il diavolo, che come avversario di Dio non è presente nel Vecchio Testamento, nonostante nel passato sia stato costante oggetto di riflessioni teologiche, è oggi accantonato dalla teologia contemporanea, in quanto pone l’imbarazzante contraddizione di come sia possibile che Dio, il bene per eccellenza permetta l’esistenza di un’entità che ci induce al male.

Nella tradizione cristiana medievale il diavolo è un attore della storia, ogni avversario della cristianità è inviato dal diavolo, fino a Machiavelli, che è stato considerato il massimo esponente nei tempi moderni delle armate di Satana. Gregory parla dell’aria caliginosa piena di diavoli e della lotta, presente nella spiritualità cristiana, tra angeli e i demoni che si contendono le anime dei mortali.

Tullio Gregory, professore emerito di Storia della filosofia presso l’Università di Roma “La Sapienza”, è Accademico dei Lincei e fondatore del Lessico Intellettuale Europeo e Storia delle Idee del CNR. Già Direttore dell’Enciclopedia Italiana di Scienze, Lettere e Arti (Treccani) edita dall’Istituto della Enciclopedia Italiana, del cui Consiglio scientifico è membro. Ha studiato le fasi di trapasso del pensiero filosofico, scientifico e teologico europeo dal medioevo al XVII secolo. Nei suoi interventi ha contribuito inoltre a fare luce sul contesto e il valore culturale della tradizione gastronomica italiana. Collabora con “Il Sole 24 Ore”. Tra le sue pubblicazioni: Mundana Sapientia (Roma 1992); Gènese de la raison classique (Paris 2000); Origini della terminologia filosofica moderna (Firenze 2006); Speculum naturale. Percorsi del pensiero medievale (Roma 2007); Principe di questo mondo. Il diavolo in Occidente (Roma-Bari 2013); Translatio linguarum: traduzioni e storia della cultura (Verona 2016); Michel de Montaigne o della modernità (Pisa 2016); Vie della modernità (Milano 2016). È componente del Comitato Scientifico del Consorzio per il festivalfilosofia.

Vedi le altre puntate