Seguici    
Accedi
 
 Università: parte il corso di laurea in Innovazione educativa e apprendimento permanente

Università: parte il corso di laurea in "Innovazione educativa e apprendimento permanente"

La Italian University Line - IUL inaugura l’anno accademico 2016-17 con l’avvio del nuovo corso di laurea magistrale in “Innovazione educativa e apprendimento permanente” (Classe di laurea in Scienze dell’educazione degli adulti e della formazione continua - LM57).

Si tratta di una novità assoluta per l’Ateneo telematico che quest’anno rafforza la sua offerta formativa completando il percorso di studi universitari nelle discipline pedagogiche, con un corso di laurea all’avanguardia in Italia grazie alla specifica esperienza in ambito didattico dei due soci pubblici del Consorzio IUL: l’Università degli Studi di Firenze e l’Indire, l’istituto nazionale di ricerca educativa.


«Il corso di laurea magistrale – dichiara Massimiliano Bizzocchi, Direttore Generale della IUL – aggiunge un elemento di qualità all’offerta formativa del nostro Ateneo. L’obiettivo è di accompagnare gli studenti in tutto il loro percorso universitario, attraverso una proposta didattica innovativa e di livello. Per questo motivo, abbiamo deciso di puntare su un percorso magistrale con docenti e tutor esperti di pedagogia e tecnologie digitali e ambienti di apprendimento altamente specializzati».


A partire da oggi, è dunque possibile scaricare il Manifesto degli Studi dal sito www.iuline.it e seguire le procedure di iscrizione. Al corso di laurea magistrale può accedere solo chi è in possesso di una laurea triennale in Scienze dell’educazione e della formazione (classe L-19 ex D.M. 270 o classe 18 ex D.M. 509) o gli studenti provenienti da altri corsi di laurea in classi diverse ma che abbiano maturato almeno 30 CFU in pedagogia e 30 CFU in filosofia, psicologia, sociologia o in discipline demo-etno-antropologiche.


Il corso magistrale è la prosecuzione didattica del corso di laurea triennale in “Metodi e tecniche delle interazioni educative”, che anche quest’anno partirà con un’offerta di contenuti aggiornata e docenti con una lunga esperienza nella didattica online.


Gli esami potranno essere sostenuti online presso una delle sedi presenti sul territorio nazionale.  

Vedi le altre puntate