Seguici    
Accedi
 

Vaselli: la scuola e la filosofia.

Stefano Vaselli - filosofo e insegnante di filosofia presso il liceo scientifico Avogadro di Roma - sottolinea come l'insegnamento della filosofia in Italia sia uno dei migliori d'Europa. Questo livello dipende sia dalla quantità di ore dedicate alla materia all'interno dei licei, sia dalla qualità dell'insegnamento. Il secondo punto, però, è oggetto di numerosi dibattiti, che vertono sull'impostazione storicista dello studio filosofico (intesa da alcuni come obsoleta) eventualmente sostituibile o accostabile a un insegnamento per "temi" e per "problemi".

La filosofia parla a ognuno di noi, ma non sempre viene recepita come realmente coinvolgente. Vaselli prospetta che un rivolgimento della classica lezione frontale potrebbe aiutare gli studenti a fare propri quel lessico e quei concetti filosofici che risultano più astrusi. Fermo restante il fondamentale ruolo di regista che il docente deve comunque continuare ad assumere. La varie forme di laboratorio dedicate alla filosofia - anche in presenza di docenti di altre discipline - possono essere molto efficaci, soprattutto se implicano una sorta di coinvolgimento "teatrale" da parte delle ragazze e dei ragazzi. Naturalmente sono modalità di insegnamento che richiedono una particolare preparazione dell'insegnante.

La filosofia deve indubbiamente liberarsi dal guscio elitario che si è costruita nel tempo. I ragazzi spesso si chiedono a cosa serva realmente: una domanda che trova una risposta efficace solo se la filosofia riesce a incarnarsi in un contesto umano reale e vitale. A questo proposito un'apertura verso i modelli didattici di altri Paesi europei può aiutare gli insegnanti italiani nella trasmissione di questo sapere.

Vedi le altre puntate