Seguici    
Accedi
 

Viva la Storia - Angeli del fango

VIVA LA STORIA, una serie di 6 episodi da 30 minuti ciascuno che racconta luoghi e pagine di storia italiana affidandosi agli studenti delle scuole superiori di tutta Italia. In onda a partire da martedì 9 settembre, alle 19.00 sul canale 54 del digitale terrestre


Quarta puntata - Angeli del fango

Sono stati chiamati “angeli del fango ,“ i tantissimi giovani volontari che arrivarono a Firenze dopo il 4 Novembre 1966, giorno in cui il capoluogo toscano veniva devastato da un violentissimo alluvione .

Alle 4 del mattino l’Arno superava le spallette, l’acqua ,il fango e il gasolio delle cisterne stavano letteralmente sommergendo la città. Lo raccontano i quattro ragazzi del liceo” Machiavelli” di Firenze, che accompagnano Linda Stroppa nei luoghi dove la pioggia incessante ha distrutto molte vite, danneggiato abitazioni e strade, e una gran parte del patrimonio artistico-culturale che Firenze custodisce. I milioni di volumi, affreschi, opere d’arte che furono inondate dal fango, vennero recuperati grazie all’aiuto dei tantissimi “angeli”che da ogni parte del mondo raggiunsero Firenze. “Nonostante il dramma venne fuori la gente – spiega Giovanni Corbo, uno dei tanti volontari di quel 1966 - la città reagì magnificamente, è il ricordo di un momento eroico”. Grazie alla disponibilità dei Vigili del Fuoco del capoluogo toscano, i ragazzi, armati di canoe, si “tuffano” in Arno, provando ad immedesimarsi in quel tragico giorno. Ciò che più li colpisce è immaginare di vivere questa esperienza lungo le vie e le piazze dove normalmente le persone camminano e dove l’acqua non arriva, proprio come in quel 4 novembre di quarantotto anni fa.

“Il 1966 è uno di quegli anni fatti apposta per essere ricordati – conclude Linda Stroppa - dopo mesi di lotta per l’uguaglianza viene eletto il primo ministro afroamericano nel governo degli Stati Uniti d’America, i giovani superano le barriere della diversità, si uniscono e si aiutano da più parti d’Italia per rimediare a una situazione terribile, e tutto in virtù di un mondo migliore che ha bisogno della sua storia e del suo bagaglio culturale, per poter realizzare il proprio futuro.” 

Vedi le altre puntate

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo