Seguici    
Accedi
 

Terza Pagina- 15° pt

Le cinque notizie scelte questa settimana da Terza Pagina sono:

 

V. Il caso Apple-FBI. Ha fatto discutere il rifiuto della casa di Cupertino di svelare all’Fbi i codici per rendere accessibile l' iPhone appartenuto al killer della strage di San Bernardino, presunto affiliato all'Isis. L'America è divisa sulla questione che dalla strage delle Torri Gemelle dilania tutto il mondo occidentale: è più importante la privacy o la sicurezza?

 

IV. Il 25 febbraio di 150 anni fa nasceva Benedetto Croce. Fondatore del Partito Liberale Italiano, idealista e storicista, ricordato per i suoi fondamentali studi di estetica e per la tua teoria della critica letteraria, è uno di quei “padri che ciclicamente bisogna uccidere per poi riscoprire". Come sopravvive il suo lascito alle sfide del Terzo Millennio?

 

III. il 21 febbraio 2106 è scomparsa l'antropologa e filosofa Ida Magli. Famosa per aver utilizzato il metodo antropologico (applicato tradizionalmente alle società cosiddette “primitive”) anche alle società tecnologiche e in particolare all'Italia, si è occupata di temi storici e religiosi, come il sacro, il tabù, l'impurità, e alla storia delle donne. Il ricordo di una pensatrice straordinaria in un brano di repertorio tratto dalle Teche Rai.

 

II. Lampedusa protagonista del film vincitore all'ultima edizione del Festival di Berlino. Si tratta di “Fuocoammare”, il documentario del regista eritreo naturalizzato italiano Gianfranco Rosi che sorprende e commuove intrecciando le vite degli isolani alle tragedie dei migranti. Un racconto sobrio e "vero".

 

I. La morte di Umberto Eco. È scomparso lo scorso 19 febbraio a 84 anni il celebre scrittore, padre della semiologia italiana. L'unico accademico nostrano davvero noto e influente a livello internazionale. Pensatore eclettico, romanziere di fama mondiale, ironico ed erudito, è stato il primo a mischiare fenomeni culturali "alti" con quelli apparentemente “bassi”, come i fumetti, la tv o gli ipertesti. È stato anche un amatissimo professore del Dams di Bologna, corso di laurea che ha contribuito a creare alla fine del 1970. Il ritratto di un uomo dal talento "rinascimentale".

 

A commentare le notizie in studio insieme a Riccardo De Palo, responsabile della pagine culturali e di approfondimento del Messaggero, ci sarà il saggista e critico letterario Filippo La Porta.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo