Seguici    
Accedi
 

Terza Pagina - pt 4

Terza Pagina è il settimanale di attualità culturale di Rai 5 in onda ogni venerdì alle ore 23:15. Conduce Armando Massarenti, responsabile della “Domenica” del Sole 24 Ore.

Le cinque notizie scelte questa settimana da Terza Pagina sono:

V. Elogio dell'imbecillità. Ragionano sull'argomento due saggi usciti a poca distanza l'uno dall'altro: “L'imbecillità è una cosa seria” del filosofo Maurizio Ferraris (Il Mulino) e “Dizionario della stupidità”  dello storico della scienza Piergiorgio Odifreddi (Rizzoli). Cosa significa essere imbecilli? Ferraris ricorda come l'etimologia della parola risalga al termine latino "inbaculus", ovvero “senza bastone”, e quindi debole, fiacco, privo di un punto di appoggio. In altre parole “indifeso”, anche se la stupidità è più spesso torva e trionfante. Ma l'imbecille è anche duttile e a volte può essere avvantaggiato.
Ci ridiamo con uno sketch comico classico, tratto dagli archivi delle Teche Rai, che ha come protagonisti Raimondo Vianello e Ugo Tognazzi.
 
IV. Manuali scolastici d'autore. L'editore Panini ha riprodotto in facsimile due testi scolastici illustrati del XV secolo: “Ianua” e “Liber Iesu”, appartenuti niente meno che a Massimiliano Sforza,  figlio di Ludovico il Moro, e conservati nella Biblioteca Trivulziana di Milano. Un'edizione di altissimo profilo che esce con una tiratura limitata di 699 esemplari con commentario a cura di Jonathan Alexander, Pier Luigi Mulas e Marzia Pontone e in cui si possono ammirare anche le splendide miniature dell'epoca.
Quanto valore hanno oggi i manuali scolastici? Dall'archivio delle teche Rai il parere eccellente di Gianni Rodari e Bruno Munari.
 
III. Deglobalizzazione. Dopo la caduta dell'Impero Sovietico e il consolidamento del nuovo assetto economico sovranazionale che ha retto il mondo nell'ultimo ventennio, sembra aprirsi una nuova era storica che alcuni storici cominciano a definire "deglobalizzazione". La riduzione del volume e degli scambi internazionali e l'ascesa di forze protezioniste e populiste anche nei Paesi più avanzati sono chiari segnali di un ripiegamento economico e politico all'interno dei confini nazionali dei singoli - come la Brexit dimostra. Quali saranno gli sviluppi di questa tendenza?
 
II. Il Nobel per la medicina a Yoshinori Ōsumi. Il ricercatore giapponese è stato premiato dall'Accademia di Svezia per i suoi studi sull' "autofagia", un processo fondamentale di “pulizia” delle cellule tramite cui alcuni componenti cellulari danneggiati vengono degradati, ossia scomposti, per poi essere riutilizzati. Un caso di ricerca pura che dischiude nuove possibilità farmacologiche per la cura di patologie riguardanti la degenerazione cellulare, quali ad esempio le distrofie muscolari o lo stesso processo di invecchiamento.
 
I. Frontiere della criogenesi, tra fantascienza e filosofia. E' recentissima la notizia dell'adolescente britannica che, prima di morire per una rara forma di tumore, ha deciso e ottenuto dell’Alta Corte di Londra di farsi ibernare. "La sospensione della vita ha sempre presa, per questo la fantascienza ne è piena - dice il padre del cyberpunk Bruce Sterling -, ma per ora la criogenia è solo una malinconica speranza". Oppure una nuova, protervia fede pagana che ci spinge a trascendere i limiti dell'umano nel nome della rivoluzione tecnologica e della mera possibilità economica? È questo lo scenario indagato da Don DeLillo nel suo ultimo romanzo "Zero K" (Einaudi) in cui un magnate della finanza decide di sottoporsi al trattamento insieme alla moglie malata terminale.
Nel bene o nel male, la criogenesi ci racconta molto del nostro rapporto con la morte, la tecnologia,  e del nostro destino sociale.  
 
A commentare le notizie in studio insieme ad Armando Massarenti, responsabile della “Domenica” del Sole 24 Ore, ci sarà Gilberto Corbellini, docente di Storia della Medicina e Bioetica presso l'Università Sapienza e direttore del Museo di Storia della Medicina.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo