Seguici    
Accedi
 

È morta l`antropologa Amalia Signorelli

 È morta l`antropologa Amalia Signorelli

 

Nata a Roma nel 1934, allieva di Ernesto de Martino, ha studiato le migrazioni, i processi sociali e culturali di modernizzazione e trasformazione urbana del Sud Italia e la condizione femminile.

E' stata professore ordinario di antropologia culturale nelle università di Urbino, Napoli e Roma e Visiting Professor nella École des Hautes Etudes en Sciences Sociales di Parigi e nel Dipartamento di Antropologia della Università di Città del Messico.

Tra le sue opere "Scelte senza potere. Il rientro degli emigrati nelle zone dell'esodo" (Officina Edizioni), "Antropologia urbana" (Guerini e Associati), "Migrazioni e incontri etnografici" e "Pensare e ripensare le migrazioni" (Sellerio), "Ernesto De Martino: teoria antropologica e metodologia della ricerca" (L'Asino d'oro) .

Ha partecipato a molti programmi televisivi, ricordiamo una lunga intervista del 1970 per il Dipartimento Scuola Educazione della Rai (Rai Cultura) sul tempo libero dei giovani.

Tags

Condividi questo articolo