Seguici    
Accedi
 

Al via la seconda edizione di M9 Contest Urban Landscape

 Al via la seconda edizione di M9 Contest Urban Landscape

 

I numeri sono da record: 705 scuole ed oltre 14 mila studenti. Tante sono state le adesioni alla seconda edizione del concorso M9 Contest Urban Landscape, indetto dal Museo M9 di Mestre per coinvolgere le classi IV e V della scuola primaria, le classi della scuola secondaria di I grado e quelle del primo biennio della secondaria di II grado degli istituti pubblici e paritari italiani.

L’invito che gli organizzatori rivolgono ai giovani è quello di riflettere sul tema cruciale della cittadinanza attiva. Ai ragazzi viene chiesto di costruire uno o più edifici di pubblica utilità utilizzando la piattaforma MEE - Minecraft Education Edition e collocarli idealmente sul territorio dove risiedono. La regola fondamentale è che il lavoro si svolga nel rispetto degli obiettivi stabiliti dall’Agenda Onu 2030 per lo Sviluppo Sostenibile: rispetto per l’ambiente, uguaglianza di genere, innovazione, accessibilità ed inclusione. Stimolata anche la critica – meglio se costruttiva - alle politiche messe in atto dalle rispettive amministrazioni locali..

Le finalità del progetto sono molteplici: da quella di sviluppare specifiche competenze in materia di cittadinanza e democrazia, alla valorizzazione del ruolo dei futuri cittadini nel costruire una società più giusta e vivibile, stimolando in loro, fin dalla tenera età, comportamenti responsabili nei confronti dell’ambiente e delle leggi che regolano la convivenza tra simili.

L’importanza dell’educazione alla cittadinanza è stata più volte sottolineata anche in Italia dalla consultazione promossa dal MIUR in occasione della discussione della legge 107/2015 da cui è emerso che proprio l’educazione alla cittadinanza è la competenza che l’opinione pubblica ritiene più importante.

“La sfida della sostenibilità ambientale – ha detto il direttore di M9 District Antonio Rigon - si gioca soprattutto dal punto di vista culturale ed in questo senso le scuole hanno un ruolo centrale promuovendo negli studenti la formazione di una coscienza civica. Il contest di M9 è il progetto che mette insieme il rispetto dell’ambiente e la cittadinanza attiva e lo fa stimolando nei ragazzi lo sviluppo di una critica costruttiva nella progettazione dei territori”.

La consegna dei progetti dovrà avvenire entro e non oltre il 1 Aprile 2020 per consentire alla giuria di selezionare i lavori migliori. Tre i premi in palio: uno per la scuola primaria, uno per la secondaria di I grado e l’ultimo per il biennio della scuola secondaria di II grado, che verranno consegnati il 6 giugno 2020 a Mestre.

L'M9 di Mestre è un polo culturale di nuova concezione, con un museo, spazi espositivi, una mediateca-archivio, aree per le attività didattiche e servizi al pubblico.

Per maggiori informazioni: M9 Museo del 900

Per approfondire: "La sfida di M9: le tecnologie avanzate per raccontare il Novecento"

Tags

Condividi questo articolo