Seguici    
Accedi
 

Alexeij Stachanov

Il 31 agosto 1935 il cittadino sovietico Alexeij Stachanov si cimenta in una eroica impresa che gli regalerà la fama di "superlavoratore" per antonomasia: l`estrazione dalle viscere della terra di 102 tonnellate di carbone in appena sei ore di lavoro. Un`impresa che col tempo si scoprirà accuratamente organizzata. Richiamato a Mosca, dotato di un`auto e di una casa vicina al Cremlino, il simbolo vivente di chi "lavora, tace e non pensa" si trasformerà invece nell`eroe dell`ozio, sperimentando il più funesto degli incubi umani: l`alienazione.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo