Seguici    
Accedi
 

Ambiente, la scuola a lezione di sostenibilità. Oggi al MIUR

 Ambiente, la scuola a lezione di sostenibilità. Oggi al MIUR

 

Studenti in cattedra oggi al Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca grazie ad un'iniziativa del ministro Lorenzo Fioramonti che farà gli onori di casa ospitando l'evento nella sede di viale Trastevere a Roma. L'iniziativa, intitolata "Ambiente: la lezione più importante", vuole fare il punto su come affrontare le conseguenze dei cambiamenti climatici. Saranno proprio gli studenti a salire in cattedra con i loro lavori, le loro idee e i loro progetti finalizzati a trovare soluzioni per rendere compatibile il nostro modello economico con il rispetto dell'Ambiente nel quale viviamo.

"Al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca domani accoglieremo studenti da tante scuole italiane che verranno qui per raccontare i loro progetti di ecologia, efficientamento energetico, educazione ambientale - ha spiegato il Ministro Fioramonti - . Tanti esempi interessanti di innovazione nelle scuole. Questo è un modo per narrare un nuovo modello di istruzione, di ricerca. Le nuove generazioni – ha aggiunto il Ministro - stanno dimostrando la necessaria consapevolezza dei rischi ambientali, spesso più dei loro genitori. L'emergenza dei cambiamenti climatici rischia di raggiungere in pochi anni un punto di non ritorno. Per questo come MIUR abbiamo lanciato lo slogan: ‘Istruzione, no estinzione’. Perché è solo conoscendo qual è il pericolo che corriamo e le cause che lo generano che possiamo sperare di contrastarlo. Dalla scuola può e deve partire il cambiamento di un approccio che metta al centro la salvaguardia dell’ambiente: non risorse illimitate da sfruttare, ma il nostro pianeta da proteggere".

Tra i progetti presentati dalle scuole: robot che filtrano l’acqua trattenendo gli oli inquinanti; droni e umanoidi ‘addestrati’ al monitoraggio dei sistemi ambientali; impianti tecnici per il risparmio di acqua e plastica; dispositivi che facilitano i soccorsi in caso di calamità naturali. Alle invenzioni si uniranno anche disegni e poesie per riflettere sulla problematica dei rifiuti.

Sono dieci gli istituti, provenienti da tutta Italia, che presenteranno i loro lavori, dalle 10.00 alle 12.30, al MIUR, in occasione del terzo Global Strike For Future, in contemporanea a manifestazioni organizzate su tutto il territorio nazionale. All’evento sarà presente il Ministro Lorenzo Fioramonti. Gli interventi delle scuole saranno moderati dalla giornalista Virginia Della Sala e potranno essere seguiti in streaming alla pagina: www.miur.gov.it. L’intera iniziativa potrà anche essere seguita tramite i canali social del Miur.

Nel cortile della Minerva saranno allestiti due punti di consegna delle borracce Plastic free MIUR e due stand dedicati del Centro Agroalimentare Roma (C.A.R.) che distribuiranno mele verdi "Smith" per sensibilizzare gli alunni su una corretta coscienza alimentare e ambientale. Sarà presente anche il Presidente del C.A.R., Fabio Massimo Pallottini. All’iniziativa parteciperanno anche i rappresentanti delle associazioni che hanno sottoscritto Protocolli d’Intesa col MIUR in tema di educazione alla sostenibilità, al patrimonio culturale e alla cittadinanza globale.

Ad animare l’iniziativa, gli studenti del coro dei Licei Classici ‘Pilo Albertelli’ ed ‘Ennio Quirino Visconti’, del Liceo Scientifico ‘Giovanni Keplero’ e dell’Istituto d’Istruzione Superiore ‘Gaetano De Sanctis’ di Roma, guidati dal Maestro Dodo Versino.

Questi i 10 istituti che interverranno al MIUR:

- Liceo statale ‘Vincenzo Monti’ di Cesena

- Istituto d’Istruzione Superiore ‘Fortunio Liceti’ di Rapallo (GE)

- Scuola dell’Infanzia ‘Umberto I’ di Roma

- Istituto Tecnologico ‘John Fitzgerald Kennedy’ di Pordenone

- Istituto di Istruzione Superiore ‘Di Vittorio – Lattanzio’ di Roma

- Istituto Tecnico Tecnologico ‘Giovanni Giorgi’ di Brindisi

- Istituto Comprensivo ‘Garibaldi – Leone’ di Trinitapoli (BT)

- Istituto d’Istruzione Superiore ‘Gae Aulenti’ di Biella

- Istituto Comprensivo di Brolo (ME)

- Istituto Comprensivo di San Prisco (LE)

Tags

Condividi questo articolo