Seguici    
Accedi
 

ANTARTIDE. LA BASE GIAPPONESE SHOWA

Novembre 1957. Si compie la prima spedizione giapponese in Antartide.
L’impresa rientrava in un programma di ricerca condotto dall’ International Geophysical Year (IGY), che durò dal luglio 1957 al dicembre 1958, avvalendosi del contributo di ben 66 nazioni.
L’unità didattica, tratta da una serie realizzata in Antartide dalla televisione Giapponese NHK, propone preziose immagini d’archivio che testimoniano alcune fasi della difficile costruzione della base di Showa, sull’isola di Ongul Est.
La distanza dell’isola dalla nave con cui la spedizione era partita raggiungeva i 20 chilometri e furono necessari numerosi viaggi per trasportare il materiale indispensabile alla installazione della base. Tutta l’operazione di costruzione fu terminata nel breve tempo di una stagione estiva; nell’arco di due settimane furono costruiti quattro edifici e la base divenne subito operativa. Grazie al lavoro e all’impegno di molti uomini, nel 2003 la base contava 53 edifici che ospitavano una numerosa equipe di ricerca.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo