Seguici    
Accedi
 

ARTE E SCIENZA

Che rapporto esiste, oggi, tra arte e scienza? E in che modo il rapporto tra discipline scientifiche e discipline umanistiche si è evoluto nel corso dei secoli? Una cesura netta tra i due mondi in realtà è subentrata solo in epoca moderna, da Descartes in poi, con la cosiddetta rivoluzione scientifica del Seicento. Meno di un secolo prima, il talento universale del Rinascimento italiano, Leonardo da Vinci, celebrava, con la sua opera geniale e poliedrica, la coincidenza massima tra arte e scienza. In epoca classica non esisteva una vera e propria contrapposizione tra la dimensione estetica e quella scientifica, basti pensare alla Poetica di Aristotele, dove la poesia non è affatto svincolata da un insieme di regole, o alle dottrine di Pitagora, dove il mondo della natura, quello della matematica e della musica sono intimamente interconnessi. Un altro indizio significativo della originaria assenza di ogni dualismo tra arte e scienza è rinvenibile nel termine greco “techne”, l’equivalente del latino “ars”, che significa “arte”, ma anche “tecnica”; come pure nella definizione che Ippocrate, nel V secolo a.C., dava della medicina, il cui statuto sembrava collocarsi a metà strada tra la certezza apodittica dell’episteme e l’incertezza dell’esperienza empirica. L’odierno orizzonte culturale bandisce ogni stereotipo dicotomico tra sapere umanistico e sapere scientifico: si tratta di due forme di conoscenza distinte tra cui tuttavia esiste correlazione e compenetrazione; due atti cognitivi, basati rispettivamente sull’intuizione e sulla ragione, che corrispondono ad ottiche diverse, a modi diversi di esperire il reale, ma tra i quali non può essere stabilita né una successione ideale né un ordine gerarchico. Al dibattito in studio, moderato da Luciano Onder, partecipano: Paolo Camiz (Docente di Fisica nucleare all’Università La Sapienza di Roma), Renato Barilli (Docente di Fenomenologia degli stili all’Università di Bologna), Umberto Curi (Docente di Storia della filosofia all’Università di Padova), Claudio Bartocci (Docente di Fisica matematica all’Università di Genova). In collegamento telefonico Paolo Rossi (Docente di Storia della filosofia all’Università di Firenze). L’unità didattica è tratta da una puntata di Explora – La TV delle Scienze, una produzione Rai Educational realizzata nell_%_ambito della convenzione stipulata negli anni 2003-2006 tra il Ministero dell_%_Istruzione, dell_%_Università e della Ricerca e la Rai Radiotelevisione italiana.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo