Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

ARTE PRIMITIVA: LA DEA MADRE

L`unità descrive l`affermazione della Dea Madre nelle coste del Mediterraneo e la creazione di centinaia di sculture della dea risalenti all`età del bronzo. La raffigurazione di navi e di corpi umani a forma di cerchi, la donna assira, rinvenuta presso Katal Huyuk, in Anatolia, risalente al 5500 a.C., le statue danubiane decorate con incisioni merlettate sono oggetto di parte del documentario proposto nell`audiovisivo. Si passa poi a considerare la rappresentazione della virtù materna a Cipro e nelle Cicladi, in cui si ravvisa il progressivo processo verso l`astrazione, cioè la tendenza a rappresentare la virtù che possiede universamente e archetipicamente la donna. Infine si propone l`analisi di alcuni idoletti a forma di violino, del neolitico, tra cui il pensatore e il re guerriero della civiltà nuragica sarda. L`unità si chiude con alcune inressanti riflessioni dell`archeologo Gordon Child.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo