Seguici    
Accedi
 

Arte Trovadorica e musica profana

Nella serie di unità tratte dalla Piccola storia della musica (1987), il professor Enzo Restagno ospita protagonisti ed esperti del mondo musicale.

La storia della musica viene ripercorsa nelle sue fasi più significative, esemplificate attraverso diverse proposte di ascolto.

In questa unità, è presente in studio il maestro Fabio Soragna che, insieme al gruppo Alia Musica da lui diretto, è impegnato nella riscoperta e nell’esecuzione di canti profani medievali.

Dopo un’introduzione sulla musica trovadorica in Francia, Spagna e Germania, viene affrontato il problema del ritmo nella prassi esecutiva di questi canti.

Il gruppo Alia Musica esegue, con strumenti originali, alcuni brani. In una canzone trovadorica spagnola, scoperta in un codice all’inizio del XX secolo, ascoltiamo una voce di “controtenore” (adatta ad eseguire parti originariamente scritte per castrati), accompagnata dal “salterio” (antico strumento di origine orientale).

Infine, viene interpretato un brano tratto dai Carmina burana (resi famosi per la trascrizione che ne fece Carl Orff nel 1937), nella versione originale del codice tedesco.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo