Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

ARTICOLO 11: IL RIFIUTO DELLA GUERRA. COSTITUENTE E COSTITUZIONE

Il filmato, tratto dal progetto di Rai Educational Storia d`Italia multimediale, del 1997, commenta l`articolo 11 della Costituzione della Repubblica italiana, che sanziona la definitiva eliminazione dello strumento della guerra dal nostro ordinamento.
Il giurista Stefano Rodotà, ordinario di diritto civile all`Università La Sapienza di Roma, afferma che il concetto di pace, espresso dalla Costituzione, non deve intendersi solo nell’accezione negativa di rifiuto della guerra, ma come un`indicazione concreta per l’organizzazione della comunità, sia interna che internazionale.
Le immagini mostrano il lancio della bomba atomica a Hiroshima, in Giappone, il 6 agosto 1945, ed alcune sequenze che documentano la ricostruzione nell’Italia del dopoguerra.
Dopo l’intervento di Mario Zagari (1913 – 1996), deputato del Partito Socialdemocratico alla Costituente, il professore di diritto internazionale all’Università di Firenze Antonio Cassese ricorda, tra le motivazioni che portarono all’approvazione dell’articolo 11, quella di De Gasperi, il quale riteneva la guerra manifestamente incompatibile con il concetto stesso di democrazia.
Di seguito, in un’intervista, Nilde Iotti, deputato del Partito Comunista alla Costituente, racconta le resistenze opposte da alcuni parlamentari alla scelta costituzionale di radicale rifiuto della guerra.
Infine Pietro Scoppola, professore di Storia Contemporanea all`Università La Sapienza di Roma, evidenzia lo stretto legame tra i principi fondamentali della nostra carta costituzionale e il dramma della seconda guerra mondiale.

Commenta

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo