Seguici    
Accedi
 

CARLO LUDOVICO BRAGAGLIA: IL TEATRO DEGLI INDIPENDENTI

Carlo Ludovico Bragaglia (Frosinone, 1894 – Roma, 1998), giunto ai cento anni, ricorda l’avventura del Teatro degli Indipendenti fondato nel 1922 col fratello Anton Giulio. Uno spazio d’avanguardia ricavato in un singolare locale di via Rasella e tappezzato da Balla, Depero e Prampolini, un luogo “arioso, fantastico, un paradiso”, ricorda Bragaglia, nel quale si allestivano Wedekind come Strindberg e O’Neill e le novità italiane di Orio Vergani e Achille Campanile. Tra i frequentatori, il giovanissimo Alberto Moravia che, impossibilitato a scrivere in famiglia, si rifugiava in teatro per stendere Gli indifferenti.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo