Seguici    
Accedi
 

CARLO LUDOVICO BRAGAGLIA: RICORDI DI CENTO ANNI E DI 65 FILM

Sessantacinque film in trent’anni e un record tra il 1938 e il 1940, con sette film in tredici mesi: questo è il Bragaglia cineasta, regista di scanzonate commedie. Centenario, Bragaglia, senza peli sulla lingua, regala i suoi ricordi della Hollywood sul Tevere: i primi passi mossi sotto l’ala di Emilio Cecchi neo-direttore della casa cinematografica Cines, poi i film con i De Filippo e con l’ausilio alla sceneggiatura di Achille Campanile, il “fascinoso De Sica”, l’attrice Clara Calamai, “povera deficiente”, Mario Soldati che “si innamorava degli attori giovani” e il Fellini ancora ragazzo che gli faceva leggere la sua prima sceneggiatura.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo