Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

CARTAGINE

Il filmato, tratto dal programma Schede di archeologia, del 1981, ci porta nei luoghi dove sorgeva l`antica Cartagine.
Dopo alcune sequenze tratte dallo sceneggiato televisivo Eneide, del 1971, diretto da Franco Rossi, le immagini ci mostrano le rovine della colonia fenicia, riportate alla luce grazie agli scavi archeologici promossi dall’UNESCO. Vediamo l’acropoli di Byrsa, il centro dell’antica città, dove sorgeva il tempio di Esculapio, le tracce dell’abitato circostante e le cisterne che rifornivano di acqua le case e che alimentavano delle vere e proprie docce, il porto e le tombe delle necropoli, con rari esempi di pitture parietali del periodo punico. La distruzione della città, da parte dei romani, nel 146 a.C. non ha consentito che ci pervenissero opere monumentali, che possiamo solo immaginare, prendendo come esempio il mausoleo punico del II sec a.C. che si trova a Dougga, uno dei centri archeologici più interessanti della Tunisia.
In un’intervista, l’archeologo Sabatino Moscati ricostruisce la storia di Cartagine, il cui nome significa "città nuova", che fu fondata dai fenici di Tiro, per assicurare alla madrepatria un punto d’appoggio per i traffici nel Mediterrreaneo.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo