Seguici    
Accedi
 

Ciclo: Alessandro Baricco. Miti ed eroi

ALESSANDRO BARICCO. MITI ED EROI

Cinque appuntamenti, che ripercorrono quasi vent’anni di lavoro del fondatore della Scuola Holden, dedicati a miti ed eroi dell'Occidente raccontati e reinterpretati dallo scrittore torinese.
Da sabato 19 dicembre alle 21.15 su Rai5.

Letteratura, teatro, televisione, nuovi linguaggi. E la firma di Alessandro Baricco, che affronta anche la sua prima regia televisiva con un’opera originale: “Palamede, l’eroe cancellato”, scritta per rilanciare la ricerca di nuovi modi di proporre la performance live in video. E’ il progetto “Alessandro Baricco. Miti ed eroi” realizzato dallo scrittore e regista appositamente per Rai Cultura, che lo propone da sabato 19 dicembre alle 21.15 su Rai5. Cinque sabati e quattro titoli (Palamede, l’eroe cancellato – Moby Dick – Novecento – Totem 1ª e 2ª parte) dedicati a miti ed eroi dell’Occidente raccontati e reinterpretati dallo scrittore torinese. Per sperimentare nuove forme di racconto cross-mediale si comincia proprio con l’opera inedita “Palamede, l’eroe cancellato”, scritta e dedicata da Baricco a uno dei protagonisti della guerra di Troia. Palamede era l’antagonista di Odisseo che ne divenne prima nemico e poi vittima. Il suo nome e la sua storia sono stati rimossi a partire dalla narrazione omerica, dove non è mai neppure citato. Il testo di Baricco recupera fonti più antiche e gli scarsi frammenti che lo ricordano e ricostruisce una storia rimossa. Palamede, interpretato da Valeria Solarino e Michele Di Mauro, è stato scritto per essere messo in scena nella straordinaria scenografia del Teatro Olimpico di Vicenza, ma anche per essere rappresentato per la televisione attraverso riprese ad hoc, senza la presenza del pubblico. Il ciclo procede, poi, a ritroso e mette in relazione l’ultimo esito del rapporto tra Baricco e la televisione con alcuni lavori precedenti. Il secondo appuntamento è dedicato a “Moby Dick” con Stefano Benni, Paolo Rossi e Clive Russell, una performance con le musiche originali di Nicola Tescari, la voce cantata di Louis Killen, l’ambiente, le scene e le luci di Gabriele Vacis e Roberto Tarasco. Segue la ripresa televisiva del best-seller “Novecento” proposto nell’edizione interpretata da Arnoldo Foà. Negli ultimi appuntamenti del ciclo, infine, viene riproposto “Totem”, il format teatrale che aprì la strada all’arte del reading con Stefania Rocca, Eugenio Allegri e Gabriele Vacis in scena.

 

LE PUNTATE

SABATO 19 DICEMBRE PALAMEDE, L’EROE CANCELLATO
Alessandro Baricco crea in un racconto in 28 frammenti il suo Palamede, l’eroe cancellato. Palamede (uno degli eroi achei sotto le mura di Troia) è un figura leggendaria ed eccentrica: considerato un genio, inventore della scrittura, degli scacchi e di molte altre cose, fu condannato a morte perché denunciato da Odisseo di aver venduto i piani di guerra achei ai troiani. Alla radice del loro scontro tra i due eroi vi era il conflitto tra due élites intellettuali: vinse Odisseo, con l’inganno (fabbricò le prove della colpevolezza di Palamede), e il nome di Palamede fu sistematicamente cancellato dalla memoria. In Omero non appare nemmeno in un’occorrenza. Ma poiché anche i “perdenti” hanno una loro affascinante vitalità che la storia non riesce talvolta a cancellare, la memoria di Palamede sopravvisse in alcune narrazioni meno ufficiali rispetto all’epica omerica e da queste tornò in superficie fino a diventare, a partire dal IV secolo a.C., piuttosto nota. Michele Di Mauro ripercorre le gesta dell’eroe durante la guerra di Troia, mentre Valeria Solarino dà voce all’arringa difensiva di Palamede che ne precede la condanna a morte. La splendida cornice del racconto è il palladiano Teatro Olimpico di Vicenza, capolavoro architettonico del Rinascimento veneto. Regia di Alessandro Baricco con Valeria Solarino e Michele Di Mauro. Musiche di Nicola Tescari, luci di Roberto Tarasco. Produzione Elastica s.r.l..

SABATO 26 DICEMBRE MOBY DICK
Alessandro Baricco con l’ausilio di tre grandi interpreti come Stefano Benni, Paolo Rossi e Clive Russel si cimenta nel racconto di Moby Dick, il capolavoro letterario di Herman Melville. Girato nel 2007 all’Auditorium di Roma durante il RomaEuropa Festival lo spettacolo percorre per estratti la lettura, avanzando tra i capitoli del classico della letteratura, strutturati, come le fasi del giorno, in notte, alba, mezzogiorno, tramonto. Apre la lettura la voce di Baricco al quale è affidata l’introduzione “Chiamatemi Ismaele”, ALESSANDRO BARICCO. MITI ED EROI per poi passare il testimone a Stefano Benni, Paolo Rossi e Clive Russel. “La balena bianca, il grande male bianco, che vive in profondità e viene in superficie solo per respirare, per essere più forte, per ammazzare, non ha nome, ma il suo riflesso nero su un uomo quello sì ha un nome ed è Achab, un personaggio pazzesco – afferma Baricco nell’introduzione – ad un certo punto del libro lui dice ‘non voglio sulla mia lancia chi non ha paura della balena’, ecco vale anche per questo spettacolo, non voglio in teatro gente che non abbia il senso della paura”. Con le musiche originali di Nicola Tescari, la voce cantata di Louis Killen, l’ambiente, le scene e le luci di Gabriele Vacis e Roberto Tarasco.

SABATO 2 GENNAIO NOVECENTO
«Dicono che sul Virginian si esibisse ogni sera un pianista straordinario, dalla tecnica strabiliante, capace di suonare una musica mai sentita prima, meravigliosa. Dicono che la sua storia fosse pazzesca, che fosse nato su quella nave e che da lì non fosse mai sceso». Novecento di Alessandro Baricco è uno degli spettacoli di maggior successo degli ultimi anni: è stato in tournée per anni, applaudito da 120.000 spettatori, totalizzando un considerevole numero di repliche in Italia e Europa. Il testo è stato tradotto e messo in scena in numerosi paesi tra cui Francia, Belgio, Spagna, Germania, Irlanda, Svezia, Russia, Canada, Brasile, Giappone e Argentina; nel 1998 Giuseppe Tornatore ne ha realizzato l’adattamento cinematografico, La leggenda del pianista sull’oceano, interpretato da Tim Roth. Questa versione si avvale della grande interpretazione di Arnoldo Foà.

SABATO 9 GENNAIO TOTEM 1ª PARTE
SABATO 16 GENNAIO TOTEM – 2ª PARTE

Totem, lo spettacolo di letture, suoni e lezioni, scritto e ideato dal regista Gabriele Vacis che firma, insieme allo scrittore Alessandro Baricco, un addio ironico alla “noia” scolastica che ha reso LE PUNTATE ALESSANDRO BARICCO. MITI ED EROI indigesti a intere generazioni di studenti grandi capolavori della letteratura e della musica. Con l’ausilio di un gruppo di amici (Gabriele Va - cis, Stefania Rocca, Eugenio Allegri, il musicista Daniele Sepe) Baricco si appresta a salire a suo modo in cattedra per impartire sorridenti “letture, suoni, lezioni” ispirate ai soliti noti della cultura di serie A: dal Canto della neve silenziosa di Selby jr, a Cyrano de Bergerac, a Saroyan, Italo Calvino, Gadda, Rilke, Conrad, Céline, Omero, Guareschi fino a incursioni cinematrografiche con Toro scatenato di Scorsese. Al fascino del reading contribuisce la musica, con le «sceno - fonie» di Tarasco che si alternano a Mascagni, Garbarek, Mozart, Mertens e Bryars. Con Ales - sandro Baricco, Gabriele Vacis, Stefania Rocca, Eugenio Allegri.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo