Seguici    
Accedi
 

CINEMA MUTO: IL RISORGIMENTO. IL CINEMA ITALIANO E LA STORIA

Nel 1905, con La presa di Roma di Filoteo Alberini, il cinema italiano inaugura il genere storico. Le sequenze del film proposte in questo audiovisivo mostrano le modalità peculiari della ricostruzione storica propria della nuova cinematografia. Quest’ultima riceve un notevole impulso dalla guerra del 1915, con il proliferare di una serie di film sul Risorgimento dall’evidente scopo propagandistico. Esempio eloquente del contributo fornito dal cinema italiano alla propaganda patriottica è Silvio Pellico, il film del 1915 diretto da Livio Pavanelli.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo