Seguici    
Accedi
 

Come sostenere il reddito mentre si cambia lavoro

Sostenere il reddito di chi perde il lavoro è una condizione essenziale per consentire alla stessa persona di trovarne uno nuovo. Il tema fondamentale però, secondo Maurizio Del Conte presidente Anpal, è non trasformare questo sostegno al reddito in un semplice parcheggio del disoccupato, ma rendere il beneficio economico funzionale ad un percorso di reinserimento lavorativo. Questo è quello che oggi chiamiamo politiche attive che consistono nella presa in carico del disoccupato da parte di un professionista, di un tutor che ne valuta competenze e lo accompagna attraverso una serie di fasi, come ad esempio la riqualificazione professionale o anche la capacità di costruirsi un curriculum e alla fine lo porta al contatto con l'impresa.

Quindi il processo deve essere continuo e deve essere fortemente collegato alla parte di aiuto finanziario: in passato è stato privilegiato soprattutto l'ammortizzatore sociale fine a se stesso o fino al raggiungimento dell'età pensionabile, ma oggi è questo oggi è sempre più difficile: ci sono fasi di disoccupazione in tutte le età lavorative ed è importante affrontarle come un momento non più drammatico ma un momento assistito.

Ovviamente ci vuole il coinvolgimento di diversi soggetti formativi, soggetti istituzionali, centri per l'impiego, le agenzie private, ognuno per la sua competenza deve costruire una rete di protezione e di riattivazione del lavoratore.

Oggi un ragazzo che si affaccia sul mondo del lavoro, sa già che affronterà nella sua carriera una serie di interruzione e riprese: questo deve diventare un fenomeno normale, fisiologico, ma non si può lasciare la persona sola in questa fase di difficoltà.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo