Seguici    
Accedi
 

Concorso Nazionale: Spazio pubblico e democrazia, gloria, degrado e riscatto delle piazze d’Italia

 Concorso Nazionale: Spazio pubblico e democrazia, gloria, degrado e riscatto delle piazze d’Italia

 

Roma, 14 gennaio 2015, Sala della Protomoteca in Campidoglio

presentazione del Concorso Nazionale
Spazio pubblico e democrazia, gloria, degrado e riscatto delle piazze d
Italia

Le piazze italiane sono segnate da secoli di arte e di storia e noi, per presentare il Concorso, abbiamo scelto a rappresentarle la splendida piazza del Campidoglio, la cui bellezza e dignità nemmeno la mortificante pagina di attualità riesce ad appannare.

A seguito del progetto La Scuola adotta un monumento® nel Protocollo d’Intesa tra il MIBACT e il MIUR “con il fine di stimolare e favorire nel pubblico scolastico l’interesse sui temi della conoscenza, della conservazione, della salvaguardia e della tutela del patrimonio culturale”, questo Concorso è stato bandito, per la prima volta congiuntamente, dal Ministero dell’Istruzione e dalla Fondazione Napoli Novantanove per l’anno scolastico in corso.

L’obiettivo è di porre l’attenzione sullo spazio pubblico e i suoi luoghi aperti, in particolare le piazze, con l’intento di svolgere un approfondito  lavoro di conoscenza sul patrimonio e sulla storia della città in cui si vive, permettendo agli studenti coinvolti di studiarli per conoscerli, visitarli e viverli al fine di riappropriarsene, descrivendone le bellezze o denunciandone il degrado, con il fine di rivalorizzarli e riportarli alla loro funzione di luogo di scambio.

Al Concorso hanno aderito 260 classi di 149 scuole di 63 città di 12 Regioni.

Aprono i lavori il Sindaco di Roma Ignazio Marino e Mirella Stampa Barracco, Presidente Fondazione Napoli

Intervengono: Tomaso Montanari sul tema del Concorso, Ginella Zamparelli Nonno su “La Scuola adotta un monumento®.

Conclude, Il Ministro dei beni e le attività culturali e del turismo, Dario Franceschini

Conduce Paolo Fallai,del Corriere della Sera

Tags

Condividi questo articolo