Seguici    
Accedi
 

De Biase: i videogiochi tra dipendenza e felicità

Perché siamo felici quando giochiamo ai videogiochi? Il videogioco ha la capacità di generare un flusso di soddisfazione, ed è progettato appositamente per produrlo. Il giornalista e saggista Luca De Biase analizza le modalità di questa interazione e le sensazioni positive che riesce a dare. Sono in molte le persone che si rifugiano nei videogiochi e in dispositivi-contesti simili per fuggire da una realtà che viene percepita come "rotta", non più capace di dare senso e realizzazione. Come recuperare, invece, l'originaria essenza ludica, divertente, positiva del gioco e riportarla nella vita delle persone per raggiungere una maggiore soddisfazione? 

L'intervista è stata realizzata durante la settima edizione di Dialoghi sull'Uomo, che si è tenuto a Pistoia dal 27 al 29 maggio 2016 e il cui tema è stato “L’umanità in gioco. Società culture e giochi”. 
http://www.dialoghisulluomo.it/intro

 

Luca De Biase, giornalista, ha fondato e guida Nòva, la sezione dedicata all'innovazione del Sole 24 Ore. Sul suo blog scrive di economia della conoscenza ed ecologia dei media. Insegna media digitali all’Università di Padova e alla Bocconi. È stato presidente della Fondazione Ahref fino al 2014. È co-fondatore dell’Associazione MediaCivici e dell’associazione Italia Startup. È membro della Commissione della Camera dei Deputati che ha scritto la Dichiarazione dei diritti in internet. Tra i suoi libri ricordiamo: Giornalisti online: manuale di giornalismo nell’epoca di internet (Yema, 2003); Economia della felicità. Dalla blogosfera al valore del dono e oltre (Feltrinelli, 2007); Cambiare Pagina. Per sopravvivere ai media della solitudine (Rizzoli, 2011); Scienza della conseguenza (40k, 2012); I media civici. Informazione di mutuo soccorso (Apogeo, 2013); Homo pluralis. Essere umani nell'era tecnologica (Codice, 2015).

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo