Seguici    
Accedi
 

Didattica della musica: la musica come attività di gioco - parte prima

L`unità audiovisiva del 1981 si sofferma sulla valenza educativa del gioco, illustrando vari esempi, tra i quali si ricordano: giochi di manipolazione, giochi di costruzione con materiali predisposti (lego); giochi di intelligenza (scacchi); giochi di osservazione e di assestamento di forme e di colori (puzzle); giochi di memoria (parole crociate); giochi di abilità fisica e di corretto uso dello spazio in relazione ai riflessi (atletica), giochi a squadre e individuali. Commentando alcune sequenze che mostrano giochi collettivi, la voce fuori campo sottolinea il ruolo dell`attività motoria nell`introduzione ad un "discorso musicale". Per avvalorare questa tesi con degli esempi, la parte conclusiva del filmato vede protagonisti gli alunni della scuola elementare "Kendale" di Roma: i bambini, in base al ritmo e alla velocità della melodiasuonata al pianoforte dall`insegnante, "impersonano dei giocattoli (trenino, soldatini, pupazzi a molla).
Il gioco è inteso come attività didattico-ricreativa, li aiuta a crescere, a fare delle scelte, a verificare le loro capacità.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo