Seguici    
Accedi
 

Elsa Morante 2018: la premiazione

Il 22 maggio si è tenuto presso l'Auditorium  della Rai di Napoli, il Premio Elsa Morante 2018.

La giuria tecnica, presieduta dalla scrittrice Dacia Maraini e composta da scrittori e intellettuali (Silvia Calandrelli, Francesco Cevasco, Enzo Colimoro, Roberto Faenza, David Morante, Paolo Ruffini, Maurizio Costanzo, Monica Maggioni, Gianna Nannini, Tjuna Notarbartolo, Teresa Triscari), ha premiato i vincitori delle numerose sezioni in cui il Premio si articola: dalla letteratura alla musica, dalla saggistica alla tv e al cinema.

Il premio Morantiano 2018 è andato allo scrittore e critico letterario francese René De Checcatty, autore di una biografia della Morante; Il Morante-Nisida a Gianluca Guida, direttore dell’Istituto Penale per Minorenni dell’isola - dove il Premio ha fondato una biblioteca - per il lavoro culturale fatto nell’arco degli ultimi dieci anni. Per la sezione Saggistica  ha ricevuto il riconoscimento la sociologa Gabriella Turnaturi, per il volume, , Non resta che l’amore (Il Mulino).

I vincitori del Premio Elsa Morante Ragazzi sono stati il giornalista e scrittore Aldo Cazzullo per il libro Metti via quel cellulare (Mondadori), l’attrice Paola Cortellessi e la scrittrice Catena Fiorello, autrice di Picciridda (Giunti). Per la sezione Spettacolo sono saliti sul palco dei premiati: il produttore cinematografico Luciano Stella, per aver prodotto il film d’animazione La Gatta Cenerentola ispirato alla fiaba di Gianbattista Basile e all'opera teatrale di Roberto De Simone, il gruppo musicale folk-rock italiano  Foja (Dario Sansone, Giovanni Schiattarella, Ennio Frongillo, Giuliano Falcone, Luigi Scialdone) e, per la sezione Teatro, il giornalista David Gramiccioli, fondatore della Compagnia del Teatro Artistico d'Inchiesta.

Il Premio Elsa Morante, testata dell'Associazione Culturale Premio Elsa Morante onlus, è coordinato da Iki Notarbartolo e Gilda Notarbartolo ne dirige la comunicazione, ed è realizzato insieme a un Comitato Organizzatore presieduto da Antonio Parlati, vicedirettore del Centro Produzione Rai di Napoli diretto da Francesco Pinto. La manifestazione culturale è patrocinata dalla Rai, ha la media partnership di Rai Cultura e la collaborazione della sede Rai di Napoli.

Vi presentiamo il servizio realizzato dal programma di Rai 5, Save The date, in occasione della premiazione.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo