Seguici    
Accedi
 

Enigma - Un mondo di spie

ENIGMA – UN MONDO DI SPIE – “Pensiero matematico”
Il Professor Sebastiano Rizzo, associato di geometria all’Università del Salento di Lecce, ci parla di “Enigma – un mondo di spie”. Fin dai tempi più antichi capi di Stato e generali, per governare i loro paesi e comandare i loro eserciti, hanno avuto bisogno di comunicare in modo “sicuro”. Uno dei metodi più bizzarri per trasmettere le informazioni segrete era utilizzato addirittura nell'antica Persia, come ci viene raccontato da Erodoto. Fu il pericolo dell'intercettazione dei messaggi da parte dei nemici a promuovere lo sviluppo di tecniche di alterazione destinate a renderlo comprensibile solo al legittimo destinatario. Uno dei metodi fu la crittografia. La crittografia non mira a nascondere il messaggio in sé, ma il suo significato. Per rendere incomprensibile un testo, lo si altera per mezzo di un procedimento concordato preventivamente dal mittente e dal destinatario. Nella seconda guerra mondiale la crittografia svolse un ruolo di primo piano. Il caso più noto è certo quello della macchina Enigma, usata dai tedeschi e considerata per molto tempo inattaccabile.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo