Seguici    
Accedi
 

Fabio Stassi: una Roma fatta di solitudine

Di lettrici, oltre a quella che scompare all’inizio, nel giallo di Fabio Stassi uscito da Sellerio ce ne sono parecchie: amano la lettura le signore in pena che si rivolgono al protagonista, Vince Corso, un ex insegnante che, stanco del precariato scolastico, si è dato al counseling e cura attraverso i romanzi. La lettrice scomparsa è un libro pieno di echi di altri libri, ambientato in una Roma crepuscolare, anch’essa molto letteraria eppure viva come la storia che vi prende forma.

 

Fabio Stassi è nato a Roma il 2 maggio 1962. Vive a Viterbo e lavora a Roma come bibliotecario. Scrive sui treni. Ha esordito con il romanzo Fumisteria (GBM, premio Vittorini Opera Prima 2007), a seguire È finito il nostro carnevale (minimum fax, 2007), La rivincita di Capablanca (minimum fax, 2008) e L‘ultimo ballo di Charlot (Sellerio, 2012), tradotto in 19 lingue e vincitore del Premio Selezione Campiello 2013 e Premio Cielo d'Alcamo 2012. Ha pubblicato anche Holden, Lolita, Živago e gli altri (2010), Come un respiro interrotto (Sellerio, 2014), Il libro dei personaggi letterari (minimum fax, 2015) e La leggenda di Zumbi l'immortale (Sinnos, 2015), La lettrice scomparsa (Sellerio, 2016).

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo