Seguici    
Accedi
 

Formazione a distanza: tutti i contenuti della proposta del MIBACT

 Formazione a distanza: tutti i contenuti della proposta del MIBACT

 

Ha preso il via, l'8 aprile 2020, il programma di formazione a distanza predisposto dalla Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali, in accordo con la Direzione Generale educazione, ricerca e istituti culturali del MiBACT (DG-ERIC), per l’aggiornamento professionale del personale del MiBACT e per tutti gli operatori dei beni culturali. L’iniziativa si propone di fornire ai professionisti del settore i più qualificati strumenti metodologici, in linea con le esigenze di distanziamento sociale richieste dall’attuale emergenza sanitaria. Formazione a distanza, dunque, ma sempre più attenta ad approcciare la cura del patrimonio secondo una prospettiva ampia, trasversale e integrata con le esigenze di una società in continua evoluzione.

“I professionisti del patrimonio culturale non smettono mai di studiare e di aggiornarsi” ha detto Giuliano Volpe, ordinario di Archeologia all’Università di Bari e consigliere per l’educazione e la formazione del Ministro dei Beni e delle attività culturali e del turismo. “Questo primo corso sperimentale è infatti solo una tappa di un più ampio progetto di formazione fortemente voluto dal ministro Franceschini, che mi auguro costituisca anche un'occasione per sviluppare rapporti sempre più positivi di proficua collaborazione tra università, alta formazione, ricerca e il MiBACT, che possano allargarsi anche al mondo delle professioni della cultura”.

Dall’8 aprile, giorno in cui è andata on line la piattaforma di e-learning della Fondazione, accessibile dal sito fad.fondazionescuolapatrimonio.it, è disponibile un ciclo di undici “Classi aperte” e Lectio magistralis tenute presso la Fondazione nel biennio 2018 e 2019 da alcuni tra i più importanti protagonisti del mondo della cultura e del patrimonio: da Michele Ainis a Francesco Bandarin, Silvia Costa, Michele De Lucchi, Luciana Duranti, Christian Greco, Marco Magnifico, Daniele Manacorda, Massimo Osanna, Alessandro Portelli, fino al professor Salvatore Settis. Il percorso formativo si rivolge al concetto di patrimonio e alla sua tutelata e valorizzazione nel secolo scorso, con uno sguardo particolare alla politica culturale dei nostri giorni. I contenuti sono liberamente accessibili on demand per tutti gli utenti professionali e non, tramite iscrizione gratuita sul sito.

Da martedì 14 aprile 2020 inizia l’offerta di webinar in diretta. Il 14, 15, 16 e 17 aprile un primo gruppo di webinar, aperti alla partecipazione di tutti gli interessati, affrontano alcuni temi legati all’attuale emergenza e che verranno successivamente resi disponibili sulla piattaforma anche in modalità on demand. L’iscrizione è gratuita, per un massimo di cento partecipanti per ogni seminario. Un attestato di partecipazione verrà rilasciato, ma senza diritto a crediti formativi.

Il 20 aprile avrà invece inizio il ciclo di webinar su temi tecnico scientifici, rivolti esclusivamente all’aggiornamento professionale del personale del MiBACT, tramite iscrizione sul Portale dei Corsi del Ministero (portalecorsi.beniculturali.it). La partecipazione al ciclo di incontri, distribuita su quattro settimane, consentirà ai partecipanti l’acquisizione di crediti formativi e verrà resa possibile attraverso l’emanazione di una apposita circolare della DG ERIC. Anche questi webinar, saranno successivamente resi disponibili in modalità on demand.

Tutte le informazioni per l’iscrizione e la partecipazione ai webinar sono disponibili all’indirizzo: https://www.fondazionescuolapatrimonio.it/

Tags

Condividi questo articolo