Seguici    
Accedi
 

Giornata della memoria: gli studenti del Visconti ricordano gli espulsi dopo le leggi razziali

Il 31 gennaio 2019 presso il Liceo Classico Statale “E. Q. Visconti”, Rai Cultura ha seguito un importante evento per commemorare tutti coloro che furono espulsi dalla scuola in seguito all'applicazione delle "Leggi razziali" del 1938, attraverso l'inaugurazione di una grande lapide commemorativa con la quale il Liceo ha voluto ricordare la prof.ssa di Scienze Maria Piazza e i 58 studenti ebrei che furono costretti ad interrompere gli studi nella scuola statale come testimonia una delle voci raccolte, Angelo Perugia, o a lasciare la cattedra.

L’individuazione dei nomi degli esclusi dal Liceo è frutto di un’approfondita indagine archivistica, svolta negli ultimi anni nell’ambito del progetto "L'Archivio del Visconti e la Storia" coordinato dalla prof.ssa Romana Bogliaccino e con l’attiva partecipazione degli studenti. Tale progetto, avviato nell'anno scolastico 2013-14, si propone di valorizzare l'archivio scolastico come strumento didattico e formativo, per far sperimentare agli studenti un corretto metodo di ricerca attraverso l'analisi di documenti originali, di rendere viva la memoria storica anche allo scopo di creare una più salda e consapevole coscienza civica e morale. 
 “Questo lavoro, oltre che come gruppo classe ci ha coinvolto anche singolarmente come individui, perché ha sottolineato quanto sia importante la memoria e quanto ognuno di noi debba avere ben presente il valore della memoria soprattutto in un mondo come quello di oggi, in cui l’odio e la violenza tendono a ripresentarsi. Vivere attivamente la storia, lavorare sul registro e ricercare i nomi di coloro che furono espulsi ci ha fatto immedesimare”: queste le parole di Emanuele D'Alessio ex studente del Liceo Visconti, che fanno comprende quanto i ragazzi siano stati coinvolti emotivamente attraverso la ricerca nei registri di classe.

Nel corso dell’evento si è tenuto nell’Aula Magna del Liceo, un convegno al quale hanno preso parte i rappresentanti delle Istituzioni dello Stato, della Comunità Ebraica di Roma, della Fondazione Museo della Shoah, del mondo accademico. Le varie fasi della giornata sono state accompagnate da musica klezmer, sefardita, jewish jazz a cura del musicista Gabriele Coen e del suo complesso.  
L’evento si è svolto per iniziativa del Dirigente scolastico prof.ssa Clara Rech, con il patrocinio della Camera dei Deputati e della Fondazione Museo della Shoah.

 

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo