Seguici    
Accedi
 

Giornata Mondiale dell`Ambiente 2018: lotta alla plastica

L’ultima vittima dell’inquinamento del nostro habitat è una balena pilota, ritrovata in fin di vita su una spiaggia thailandese due giorni fa, con 80 buste di plastica nello stomaco e 8 chili di spazzatura ingerita. Non ce l'ha fatta.

L’urgenza con cui è necessario affrontare questa preoccupante questione è ormai chiara a tutti tanto che L’Onu ha scelto la lotta alla plastica usa-e-getta come tema della Giornata Mondiale dell’Ambiente 2018 (World Enviroment Day) che quest’anno si svolge in India, il 5 giugno.

Il Programma delle Nazioni Unite per L’Ambiente (UNEP), lancia un allarme inquietante: ogni anno vengono riversati nei mari e negli oceani del globo 8 milioni di rifiuti in plastica che minano alle fondamenta il nostro habitat e mettono a dura prova la sopravvivenza di fauna e flora marine.

Le recenti leggi nazionali che tentano di far diminuire drasticamente il consumo e di conseguenza la produzione, ad esempio, delle buste di plastica, con l’introduzione dell’obbligo di contenitori di stoffa o comunque biodegradabili, non sono sufficienti per ridare ossigeno all’ambiente. Ogni minuto, nel mondo, vengono acquistate più di un milione di bottiglie di plastica e solo una piccola parte di queste viene riciclata e riutilizzata a causa della difficoltà con cui questo materiale può essere recuperato.

L’obiettivo del governo indiano, che non a caso ospita l’edizione 2018 della manifestazione (l’India è uno dei paesi con il più alto tasso di riciclaggio al mondo), è quello di aumentare la consapevolezza di ogni singolo consumatore, perché è a livello capillare che si può incidere per ottenere risultati sempre più soddisfacenti. Siamo tutti responsabili.

Nel video che vi proponiamo, il chimico-fisico del CNR Valerio Rossi Albertini, conduttore del Programma Memex, spiega cos'è la plastica, come si formano le cosiddette "isole di plastica" che inquinano i nostri oceani e quanto questo materiale, inventato nel 1954 al Politecnico di Milano da Giulio Natta, sia al tempo stesso indispensabile ma anche molto pericoloso per l'ambiente

 

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo