Seguici    
Accedi
 

Giovanni Verga. La maledizione dei Malavoglia

Giovanni Verga (Catania, 1840-1920) ne I Malavoglia (1881) narra la storia di una famiglia di pescatori nati sul mare di Acitrezza. Il capostipite Padron ‘Ntoni e il figlio Bastianazzo si trovano senza il prezioso contributo di lavoro del nipote ‘Ntoni, chiamato alle armi dall’appena costituitosi Regno d’Italia, e decidono di affidare alla barca di famiglia, la “Provvidenza”, un carico di lupini acquistato a credito per rivenderlo. Da questo sfortunato investimento, che porterà al naufragio della vecchia barca e alla morte di Bastianazzo, cominciano le tormentate vicissitudini della famiglia, che va incontro ad una disastrosa rovina e alla totale disgregazione.
Con I Malavoglia Verga si colloca pienamente nella tradizione naturalistica tipica della letteratura francese dell’epoca, facendosi propugnatore del Verismo, movimento letterario italiano che aveva come scopo l’imparzialità e l’obiettività della narrazione e il riconoscimento estetico del reale. Per questo motivo, nell’introduzione al romanzo, Verga spiega la necessità, per l’autore, di porsi in una prospettiva esterna nei confronti della storia, per “studiarla senza passione”, senza farsi mai giudice degli avvenimenti narrati.
Il video racconta la genesi del romanzo, introducendo alcune note biografiche su Giovanni Verga e mostrando i luoghi natali del romanziere catanese.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo