Seguici    
Accedi
 

Gorlier: vita maledetta di Ernest Hemingway

Il 2 luglio 1961 moriva Ernest Hemingway. Claudio Gorlier tratteggia la figura dello scrittore, sottolineandone la vita "maledetta", secondo una definizione degli artisti dell`epoca, e l`opera innovativa. Autore soprattutto di racconti, con una forte sentimentalità romantica nella costruzione di eroi virilmente atteggiati. Tuttavia, sottolinea Gorlier, egli è lontano dallo stile dannunziano e da qualsiasi compiacimento estetico. La sua prosa, infatti, è semplice e spoglia, con uno stile diretto e fattuale. Uno scrittore profondamente innovatore, con una costruzione sintattica elementare, priva di aggettivazioni. Proprio in questo periodo infatti, secondo Gorlier, la letteratura americana si va diversificando da quella inglese.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo