Seguici    
Accedi
 

Grazia Deledda: dagli inizi al premio Nobel

Il 15 agosto 1936 moriva Grazia Deledda. Era nata a Nuoro il 27 settembre 1871. I luoghi d’infanzia e una carrellata di ritratti fotografici fanno da sfondo alla ricostruzione biografica della scrittrice, da quando, ventenne, in un`epoca e in una terra che non premiavano l`ambizione femminile, scriveva nel suo diario "sono piccolissima" e "ardita come un gigante", allo scandalo della prima opera, Fior di Sardegna (1892), alla tempestosa vena creativa che le fruttò cinquantasei romanzi, al successo crescente, fino al premio Nobel, assegnatole nel 1926. Sebbene piuttosto scarna di avvenimenti, la vita di Grazia Deledda fu particolarmente feconda da un punto vista letterario, nonostante la perplessità di parte della critica italiana. Benedetto Croce infatti non esitò ad esprimere le sue riserve su un lirismo tacciato di un certo “regionalismo sentimentale”. Di segno assai diverso furono i giudizi pronunciati da italianisti come Natalino Sapegno e Francesco Flora.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo