Seguici    
Accedi
 

Il Bestiario del maestro Sergio Toppi

 Il Bestiario del maestro Sergio Toppi

Bestiario è una raccolta di magnifiche illustrazioni del maestro del fumetto Sergio Toppi (1932-2012) incentrate sugli animali e al loro rapporto con l'uomo. La casa editrice che lo ha appena pubblicato, Nicola Pesce Editore, sta dedicando diversi volumi alla riedizione dei grandi maestri del fumetto italiano come Dino Battaglia (vedi le gallery di Rai Letteratura su H. P. Lovecraft, Edgar Allan Poe e Maupassant).

 

Dopo la pubblicazione di Sharaz-De – Le mille e una notte e Blues, NPE prosegue dunque con Bestiario la riedizione dell’intera opera del grande Sergio Toppi, che insieme a Dino Battaglia e Hugo Pratt ha fatto davvero la storia del fumetto italiano, influenzando intere generazioni di fumettisti e disegnatori a venire.

 

Bestiario è un’antologia di disegni e illustrazioni di Toppi in cui al centro c’è il mondo animale ma inteso in modo significativamente interrelato a quello umano, a sottolinearne proprio la comune appartenenza di specie, e intendendo l'uomo come parte di un universo naturale di cui non è che una piccola parte, nonostante il suo spesso feroce antropocentrismo e la presunzione di superiorità sulle altre specie.

 

 

Così Sergio Toppi nell’introduzione a Bestiario: “La vita animale è profondamente legata alla nostra, ed è forse per questo che in molti dei miei disegni a tema animale l’uomo è presente, spesso in maniera negativa. Personalmente sono contrario alla caccia ma non dimentico che, per millenni, l’uomo è sopravvissuto cibandosi di animali. La vita e la morte delle bestie è intimamente legata a quella degli esseri umani che, in una qual certa misura, sono essi stessi animali. Il tema dell’evoluzione, del passaggio dall’animalità all’umanità, è una cosa che mi ha sempre profondamente affascinato”.

 

Un albo ricco di immagini magnifiche arricchito dall’introduzione di Sergio Toppi e da un saggio di Pierre Yves Lador: “Si penetra nel proprio sé, nel proprio essere profondo, nella propria genealogia, ci si sente animali, vegetali, minerali. In Toppi l’uomo discende dalla scimmia ma anche dal rospo, dall’alga blu, dal magma, dalle stelle”.

 

Sergio Toppi esordisce al fumetto nel 1966 sulle pagine del Corriere dei Piccoli, e collabora poi a lungo con storiche riviste di fumetti (e non solo) come Linus, Alter Alter, Il Giornalino, Il Mago, Corto Maltese e L’Eternauta; ampie e periodiche anche le collaborazioni con case editrici (illustrazioni e copertine) e quotidiani. Nel 1984 pubblica per la prima volta le storie de Il Collezionista, personaggio chiave della sua produzione. Per la celeberrima Storia dei popoli a fumetti di Enzo Biagi disegna il capitolo dedicato agli americani. Durante tutta la sua carriera oltre alla vastissima produzione di fumetti e illustrazioni ha realizzato anche diversi portfolio per gallerie d’arte e un mazzo di tarocchi (i 22 arcani maggiori) pubblicato dallo Scarabeo di Torino. Nell’ultimo periodo della sua carriera gli vengono dedicate numerose mostre ed esposizioni di tavole originali.

 

Per gentile concessione dell'editore Nicola Pesce pubblichiamo alcune delle splendide illustrazioni contenute in Bestiario.

 

Per vedere le immagini clicca QUI o sulla copertina

 

 

Tags

Condividi questo articolo