Seguici    
Accedi
 

IL BUCO DELL`OZONO. STORIA DELLA SCIENZA

Il ciclo di unità audiovisive dal titolo comune Storia della scienza, tratte dal progetto di Rai Educational Pulsar, propone il racconto, in ordine cronologico, delle radicali trasformazioni introdotte dalla scienza e dalla tecnologia nel corso del Novecento.
Lo scopo è quello di offrire agli insegnanti un supporto didattico che, oltre a sintetizzare i concetti basilari, ponga l`accento su un aspetto spesso trascurato dai libri di testo: la dimensione storica e culturale che ha favorito il progresso scientifico.
L`unità, sulla scorta di interviste ad esperti della materia e sulla base di dati statistici, ricostruisce il quadro di uno dei più noti e drammatici effetti degli inquinanti sull`ambiente: il buco dell`ozono. Luigi Cerruti, professore di Storia della chimica all`Università di Torino, in un contributo, ricorda i primi rilevamenti del fenomemo in Antartide. Con il supporto di disegni schematici, segue una parentesi, aperta alla conduttrice Virginie Vassart, sull`inquinamento generato dai clorofluorocarburi. L`intervista al premio Nobel Rowland verte sull`attenzione rivolta a livello politico al problema ambientale, dopo un primo tempo in cui il rispetto e la tutela dell`ambiente sembravano essere un campo ristretto ai soli specialisti. L`unità si conclude con le immagini di Crutzen, Molina e Rowland: siamo nel 1995, quando vengono premiati con il Nobel per la chimica.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo