Seguici    
Accedi
 

Il Dalai Lama incontra i giovani - Parte Seconda - Scienza e Spiritualità

Quale dovrà essere il ruolo degli scienziati nella società globalizzata? E quali dovranno essere le scelte dei credenti di fronte al grande mercato dell’innovazione scientifica? Questi i due grandi temi proposti dal Dalai Lama agli studenti giunti a Milano per incontrare la massima autorità del buddhismo internazionale.

In questa seconda parte della lectio magistralis, Tenzin Gyatso, si esprime con grande semplicità e senza ambizione di proselitismo ma con l’intenzione di offrire a un pubblico di giovani un contributo per la pace e la tolleranza fra i popoli.

La biologia, la matematica, la fisica quantistica, la cosmologia, la filosofia, la psicologia sono i temi che i credenti di tutte le religioni devono imparare a conoscere perché la scienza non divenga una speculazione senza limiti e senza regola.

La natura dell’uomo è compassionevole e quindi ha bisogno di speranza e per creare la speranza l’umanità deve promuovere l’armonia. Solo con l’armonia tra le religioni e i popoli, sostiene il Dalai Lama, la scienza può andare avanti, sviluppare e lavorare per eliminare i grandi conflitti che affliggono il mondo.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo