Seguici    
Accedi
 

Il ghiaccio più antico

Antartide, un continente grande una volta e mezza l’Europa, coperto, per il 98% della sua superficie, da ghiacci perenni. Il loro volume è di 30 km quadrati e la profondità varia da un minimo di qualche metro agli oltre 4 km dell’interno. Le nevi eterne dell’Antartide portano su questo sconfinato continente bianco migliaia di ricercatori da tutti i Paesi del mondo. Ma quali segreti nasconde il ghiaccio più antico? Explora è andato a scoprirlo con una visita alla base italo-francese di Concordia, sul plateau antartico detto Dome C e nel campo remoto di Talos Dome.

Per “Magazine”, l'intervista al professor Gino Roncaglia, docente di Informatica Applicata alle Discipline Umanistiche presso l’Università della Tuscia, sui progressi realizzati dal MIT, il Massachusetts Institute of Technology, nel tentativo di realizzare un computer portatile supereconomico. Inoltre, Federico Pedrocchi, giornalista scientifico, ci parlerà di un nuovo chip grafico per animazioni digitali, in grado di rendere immagini sempre più realistiche.
Per “Il mondo degli animali”, “Le tigri”. Animale riservato e solitario, caccia di notte per recuperare poi di giorno le forze. Quella delle tigri che vivono nella calda giungla dell’estremo oriente è una specie a forte rischio di estinzione. La causa, tuttavia, non è la caccia spregiudicata dei bracconieri, bensì la progressiva scomparsa del suo naturale habitat: la foresta.
Per “Il nostro pianeta”, “Pietre dure”. Fin dall’origine dell’uomo le pietre dure hanno affascinato per il loro splendore e il loro mistero. Nel tentativo di estrarle e possederle, gli uomini hanno da sempre profuso energie, hanno sofferto e spesso dato la vita. Per loro hanno commesso inqualificabili crimini e realizzato nobili azioni.
Per “Viaggio sul pianeta Terra”, “Gli Himba”. Il nome di questa popolazione, che vive nel deserto più antico e arido del mondo, significa, in lingua locale, pelle rossa. Deriva dalla tradizione, praticata dalle donne, di cospargersi la pelle con ossido di ferro. Gli uomini, contadini e allevatori, si occupano di procacciare i mezzi di sostentamento. Vivono in capanne scarne, che servono solo come riparo dal vento e dalle intemperie.
Per “Mondo”, “Il Rajasthan”. Terre aride, severe, che soffrono di un’assoluta scarsità d’acqua. Il tempo scorre tranquillo, con i ritmi scanditi dalla natura e dal raccolto. La vita dei contadini è dura, ma non disperata, tanto che in pochi decidono di abbandonare le proprie terre d’origine. Popolazione fiera, che è sempre riuscita a non soccombere di fronte ai tentativi di invasione da parte dell’uomo “bianco”, pur superiore dal punto di vista della “dotazione militare”.
Per “La nostra storia”, “Le valli dell'Iglesiente”. I primi ad arrivare qui furono i fenici, nel 650 a.C., attratti dalla ricchezza di minerali. Vi costruirono una grande fortezza, conquistata poi dai romani. Oggi le miniere dell’Inglesiente, in Sardegna, sono state dichiarate parco geominerario e poste sotto la tutela dell’Unesco, come patrimonio dell’umanità. I siti sono stati tutti ricostruiti rispettando tecniche e modalità di antica tradizione.
Per “Dizionario”, il prof. Egidio Longo, fisico, ci parlerà di “Quark”.
La “Pillola” di Explora Web di questa settimana è dedicata al “Riciclo”.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo