Seguici    
Accedi
 

IL NASTRO DI MOEBIUS

Nel 1858, il matematico e astronomo tedesco August Ferdinand Moebius scrisse un trattato sui poliedri, nel quale introdusse per la prima volta una figura geometrica rappresentata da una superficie allungata ritorta di centottanta gradi, con una sola faccia e un solo bordo. L’unità audiovisiva, attraverso animazioni grafiche e ricostruzioni realizzate in studio con la carta, illustra le proprietà matematiche di questa figura geometrica, denominata “nastro di Moebius”, mettendo in evidenza la sua attinenza con il concetto di infinito.
È particolarmente interessante vedere come il nastro di Moebius abbia esercitato ed eserciti tuttora un singolare fascino per molti artisti, tra i quali si ricorda il visionario illustratore olandese Mauritz Cornelius Escher (Leeuwarden 1898 – Hilversum 1972).

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo