Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

IL PRODOTTO INTERNO LORDO (P.I.L.). CAPIRE L‘ECONOMIA

Il prodotto interno lordo indica la capacità produttiva dell’intero sistema paese. Esso può essere misurato come la differenza tra la produzione totale di tutte le unità produttive e il valore dei consumi di materie prime, di beni e servizi intermedi, che vengono impiegati nel processo produttivo. Il P.I.L. rappresenta dunque l’indicatore principale per l’orientamento della politica economica e, per questo motivo, è stato creato un istituto, l’Istat, che ha il compito di monitorare gli andamenti dei flussi economici del paese. In una società in cui i numeri vengono considerati strumenti di conoscenza, gli indicatori economici assumono un valore fondamentale, non a caso sulla sede dell’Istat si legge la scritta: “numerus rerum omnium nodus”, ovvero i numeri sono il fulcro di ogni cosa. Le operazioni di calcolo del P.I.L. e di tutti gli aggregati che costituiscono i conti economici nazionali – commenta M. Polsoni (resp. Dipartimento diffusione e database dell’Istat) - vengono effettuate dal dipartimento di contabilità nazionale dell’Istat. Questo dipartimento utilizza numerose fonti: le statistiche ufficiali svolte da alcuni specifici settori dell’istituto (es. occupazione, consumi), unitamente alle fonti di provenienza di altre Istituzioni (come i Ministeri). Statistiche rilevanti sono quelle che riguardano le imprese: l’Italia, come è noto, rimane, infatti, una realtà dominata dalla presenza di un tessuto imprenditoriale, molto vivace e dinamico. Il P.I.L può essere considerato, sottolinea L. Pocozzi (resp. dipartimento clienti nazionali, Istat), come la somma dei consumi, degli investimenti, delle esportazioni, al netto degli acquisti di beni e servizi effettuati all’estero. Se a questo aggiungiamo i redditi da lavoro e da capitale ricevuti dall’estero e sottraiamo il costo del lavoro e della mano d’opera, otteniamo il Prodotto Nazionale Lordo, che esprime la misura del reddito nazionale. Il P.N.L. rappresenta un parametro fondamentale, anche perché sulla base di esso vengono ripartiti i contributi che ogni Stato deve versare per contribuire al bilancio della Comunità Europea. Il prodotto interno lordo non può indicare l’andamento del benessere del paese in quanto è un indicatore che si fonda su regole precise di calcolo, che se da un lato favoriscono l’individuazione di parametri di confronto internazionale, dall’altro non tengono conto di fattori, che non sono monitorabili e che condizionano l’economia del paese (ad esempio le attività “sommerse”).

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo