Seguici    
Accedi
 

IL VIOLINO NELLA STORIA E NELL`ARTE

In questa unità audiovisiva si ricostruisce la storia del violino attraverso la sua rappresentazione iconografica.
In pittura, soprattutto in quella cinquecentesca, il violino appare molto più frequentemente che in letteratura, attraverso dipinti, di Gaudenzio Ferrari, Michelangelo Merisi, Pietro Longhi, Francesco Guardi, Evaristo Baschenis, Pietro Longhi e Marc Chagall, che svelano il violino come strumento povero, ma anche strumento diabolico, ambivalente. Esso si può trovare nei salotti dei nobili come nelle osterie, imbracciato dagli angeli o strimpellato dai diavoli.
Con la settima arte conosciamo un violino utilizzato per esprimere sentimenti, voci e pensieri. Nel cinema il violino appare spesso come elemento catalizzatore: ad esempio, nelle mani di Charlie Chaplin in Luci Della Ribalta(1934). Anche in teatro è diffuso il suo utilizzo, che nell’audiovisivo viene esemplificato mostrando parte della rappresentazione di Histoire Du Soldat di Dario Fo.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo