Seguici    
Accedi
 

INDIA, CECOSLOVACCHIA E INDONESIA: L`INDIPENDENZA. LA GENESI DELLA DICHIARAZIONE DEI DIRITTI UMANI.

L’audiovisivo, tratto da un documentario del 1984, ricostruisce le vicende che portarono, negli anni successivi alla fine della seconda guerra mondiale, da una parte, all’indipendenza dell’India e dell’Indonesia e, dall’altra, all’instaurazione, nei paesi dell’est europeo ed in particolare in Cecoslovacchia, di regimi dittatoriali sorti per iniziativa dell’Unione Sovietica.
Nel 1947, Lord Mountbatten, ultimo viceré delle Indie, in pochi mesi riuscì a garantire al popolo indiano l’indipendenza. Le preziose immagini d’epoca testimoniano la gioia della popolazione, ma anche l’alto prezzo di sangue pagato, soprattutto in seguito alla “spartizione” del Pakistan.
Diversamente dall’Inghilterra, che rinunciò spontaneamente al suo impero, l’Unione Sovietica impose regimi dittatoriali nei paesi dell’Europa orientale, dove in poco tempo i diritti umani e le libertà fondamentali furono sostanzialmente cancellate. La Cecoslovacchia fu lo Stato che resistette più a lungo a tale tentativo, fino al 1948.
L’ultima parte del filmato è dedicata all’indipendenza delle Indie Olandesi, che fu proclamata nel 1945, ma che l’Olanda tentò di soffocare con le armi, cedendo solo nel 1949. Gli indonesiani, pur avendo conquistato l’indipendenza, non accettarono, però, il rispetto dei diritti umani e delle libertà fondamentali.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo